riduttore 9 braccia

Scatole ingranaggi per macchine agricole

La scatola ad ingranaggi è il principale componente meccanico della catena cinematica delle macchine agricole. Normalmente riceve il moto dalla presa di potenza della trattrice per mezzo dell’albero cardanico e lo trasmette ai vari utilizzi della macchina. La coppia lavoro viene trasmessa alla scatola ingranaggi anche da motori idraulici o pulegge a cinghia, oltre da ingranaggi a catena.

Le scatole a ingranaggi prevedono sempre un albero di entrata e almeno un albero di uscita, se questi alberi sono posizionati a 90° l’uno rispetto all’altro, la scatola rientra nella tipologia di scatole ad ASSI ORTOGONALI o più ricorrentemente riconosciute con rinvio a 90°.

Se invece gli alberi sono disposti parallelamente tra di loro le scatole sono definite ad ASSI PARALLELI.

In funzione degli ingranaggi e del loro numero di denti, la gamma CMR di scatole a ingranaggi prevede:

Moltiplicatori e Riduttori

le scatole hanno ingranaggi con numero di denti diversi.

La scatola è un riduttore quando l’ingranaggio conduttore, cioè quello con l’albero di entrata, ha numero di denti inferiore (pignone).

È definita moltiplicatore quando l’albero di entrata è montato sull’ingranaggio con il numero maggiore di denti (corona)

Rinvii o ripartitori o inversori di rotazione

le scatole hanno ingranaggi con lo stesso numero di denti.

La scatola è un rinvio quando la scatola ha solo due alberi (entrata e uscita),

si definisce ripartitore quando gli alberi di uscita sono almeno 2.

Prende il nome di Inversore di rotazione e Disassatore nelle versioni con assi paralleli a due ingranaggi.

Cambio di velocità

le scatole prevedono oltre alla coppia principale di ingranaggi e relativi alberi, anche altri ingranaggi con numero diverso di denti. L’ingranamento della principale coppia di ingranaggi con quelle secondarie permette diversi tipi di velocità. La sostituzione manuale della coppia di ingranaggi secondaria con ingranaggi con diverso numero di denti permette di modificare ulteriormente le velocità previste inizialmente.

A completamento della gamma delle scatole, CMR propone anche trasmissioni complete studiate per alcune specifiche applicazioni di macchine agricole.